TERREPADANE APPROVA IL PROGETTO DI BILANCIO 2017

Venerdì 20 aprile il CDA del Consorzio Agrario Terrepadane ha votato e approvato il progetto preliminare di Bilancio per l’esercizio 2017 che verrà portato all’assemblea generale di fine maggio . Il fatturato complessivo del Consorzio, rispetto allo scorso anno, è cresciuto di circa 4 Milioni di Euro, ponendosi stabilmente oltre la soglia dei 180 milioni. “Nonostante un’annata complicata sia dal punto di vista climatico che dal punto di vista delle quotazioni di alcune produzioni agricole (riso in primis) – afferma Dante Pattini, Direttore Generale del Consorzio Terrepadane – abbiamo raggiunto buoni risultati economici, segno che le aziende, tra le tante difficoltà hanno comunque continuato a premiare un approccio nuovo e una visione lungimirante della nostra agricoltura anche nella gestione del credito.” I risultati più incoraggianti arrivano infatti da quei settori che pur fornendo un miglioramento delle prestazioni aziendali, puntano principalmente sulla sostenibilità ambientale e sull’ottimizzazione delle risorse come i concimi liquidi, la fertirrigazione, ma anche i servizi e prodotti Feedsolutions sull’alimentazione animale e igiene stalla o la mangimistica dove il Consorzio quest’anno ha affiancato all’offerta Emilcap la nuova linea Stelvio. “Il 2017 è stato un anno nel quale Terrepadane, confermando la sua leadership sulla coltura del pomodoro, si è orientata più marcatamente su un’offerta innovativa – prosegue Pattini – una visione che viene accolta molto positivamente non solo quando parliamo di fornitura o di rinnovo tecnologico delle aziende, ma anche e soprattutto sul fronte dei servizi. Quest’anno abbiamo introdotto nel nostro ventaglio offerte tutta una serie di importanti novità, attività nelle quali il Consorzio affianca operativamente l’agricoltore nella gestione imprenditoriale, ottimizzando i flussi di lavoro interni e migliorando le performance aziendali”. Focus interessante va certamente posto sulla rapida crescita di servizi come il Quaderno di Campagna digitalizzato o sull’interesse che fra le aziende sta riscuotendo il progetto Hedging cereali sviluppato da Terrepadane insieme a importanti partner del settore fitosanitario, un nuovo servizio di copertura del rischio sulle variazioni di prezzo dei prodotti che sarà implementato a breve e che già si preannuncia essere uno degli exploit del Consorzio per il 2018.
Prosegue contestualmente la crescita del cerealicolo biologico con i sempre più apprezzati contratti di filiera TerrepadaneBIO per grano Tenero e Duro, Orzo, Farro Spelta, Cece e Pisello Proteico, oltre ai protocolli agronomici BIO studiati ad hoc per i cereali a paglia, il mais, il pomodoro, la vite e il riso. Infine i numeri del 2017 promuovono a pieni voti anche i settori Macchine, Garden e prodotti petroliferi.

Arrivano i concimi liquidi prodotti da Terrepadane

Il Consorzio Agrario Terrepadane produrrà e commercializzarà le nuove linee di concimi liquidi Nutrifield e fertIDEA (quest’ultima pensata esclusivamente per la fertirrigazione).

Entro marzo 2017 è infatti prevista l’apertura del nuovo centro di produzione di Fiorenzuola, una struttura con capacità di stoccaggio che è previsto superi le 6000 tonnellate in soli tre anni. Nello stabilimento sarà prodotto del fertilizzante liquido con una formulazione che varierà in base alla personalizzazione operata sulle specifiche esigenze dell’azienda agricola cliente. In altre parole sulla base di un’adeguata conoscenza agronomica e di una precisa ponderazione e analisi sulle caratteristiche del terreno che si andrà a trattare, verrà prodotto un tipo di fertilizzante  che risponde a quelle specifiche esigenze.

“Oggi un Consorzio Agrario deve lavorare al fianco degli agricoltori per aiutarli a crescere e a fare qualità – dice Luigi Bisi Presidente Terrepadane – e per tradurre in fatti questa convinzione è fondamentale investire in innovazione. Il nuovo Centro di produzione concimi liquidi Terrepadane è per noi un altro passo avanti questa direzione”. il Consorzio Terrepadane è l’attore principale di questo progetto che tuttavia vede impegnato come partner del Consorzio anche l’israeliana Haifa chemichals, la quale avrà un ruolo fondamentale sia nella ricerca sia nel raggiungimento degli obiettivi produttivi che ci si è prefissati.

Il Presidente Luigi Bisi ed il Direttore Generale Dante Pattini firmano l’accordo di collaborazione tra Terrepadane e Haifa Chemicals insieme al CEO di Haifa Group Rami Shlomi ed al Direttore Sales & Marketing di Haifa Italia Mauro Schippa