TERREPADANE, PRESENTATI IN CDA I NUMERI DELLA SEMESTRALE

A spingere l’asticella del Consorzio verso l’alto è in primis il settore macchine agricole con un +42% “Siamo Concessionari esclusivi New Holland e CASE IH, mezzi agricoli che oggi rappresentano il massimo dell’efficienza e il top della ricerca tecnologica – sostiene Luigi Bongiorni, Responsabile Macchine Terrepadane – quest’anno sono stati lanciati molti nuovi modelli e i nostri clienti hanno potuto usufruire di numerose promozioni commerciali; tra le iniziative che hanno riscosso più successo c’è stata ad esempio l’offerta rivolta alle aziende zootecniche per l’acquisto dei più moderni carri miscelatori, un’occasione che una decina di imprese di Lodi e provincia non si sono lasciate scappare. Questi fattori hanno avuto il loro peso sull’obiettivo di vendite che abbiamo raggiunto, ma sono anche frutto del lavoro che la nostra struttura ha svolto nella continua ricerca di migliorarsi e di rendersi sempre aperta e disponibile verso il cliente”.
Oltre alle macchine, bene anche i concimi liquidi, che Terrepadane produce nel moderno stabilimento di Fiorenzuola d’Arda, e la Fertirrigazione la quale segna un aumento del 10%. Crescono anche i Servizi, un settore completamente nuovo ha inserito lo scorso anno e che si pone proprio in quell’ottica di affiancamento all’impresa che il Consorzio ha posto alla base del processo di trasformazione della propria offerta. L’esempio più significativo lo si è avuto proprio nel piacentino, dove dall’inizio del 2018 ben 140 aziende hanno già usufruito del servizio di gestione e compilazione digitale del Quaderno di Campagna targato Terrepadane.
Un altro exploit positivo arriva dalle Filiere, dove nonostante un calo generalizzato delle produzioni i numeri hanno segno positivo, con il Biologico che vale addirittura un 25% in più rispetto al 2017. Ottimi risultati arrivano anche dal lavoro sul territorio pavese – afferma Stefano Greppi, presidente Coldiretti Pavia e membro del neoeletto CDA Terrepadane – in particolar modo dalla viticoltura è arrivato un incremento del 25% rispetto allo scorso anno, segno che il Consorzio ha lavorato bene, certamente, ma è anche un segnale importante per la ripresa di un settore come il vitivinicolo, vitale e strategico per l’economia oltrepadana e pavese”.
“Interpretiamo le esigenze che arrivano dal mercato rimanendo comunque fedele alla nostra vocazione mutualistica – afferma Marco Crotti, presidente Terrepadane –l’obiettivo rimane quello di sostenere il lavoro delle nostre imprese creando per loro una piattaforma di servizi avanzati che consenta di valorizzarne al massimo le produzioni e la qualità. Pur vivendo un momento non facile per il settore primario di questo Paese, l’aver ottenuto in questo semestre risultati così significativi, ci spinge a dire che gli agricoltori si affidano a noi e alle nostre soluzioni anche e soprattutto per superare le difficoltà, e il protrarsi di un trend positivo che prosegue ormai da anni è per noi la conferma che riusciamo a dare alle aziende un concreto contributo per il sostegno del loro lavoro”.

 

Arrivano i concimi liquidi prodotti da Terrepadane

Il Consorzio Agrario Terrepadane produrrà e commercializzarà le nuove linee di concimi liquidi Nutrifield e fertIDEA (quest’ultima pensata esclusivamente per la fertirrigazione).

Entro marzo 2017 è infatti prevista l’apertura del nuovo centro di produzione di Fiorenzuola, una struttura con capacità di stoccaggio che è previsto superi le 6000 tonnellate in soli tre anni. Nello stabilimento sarà prodotto del fertilizzante liquido con una formulazione che varierà in base alla personalizzazione operata sulle specifiche esigenze dell’azienda agricola cliente. In altre parole sulla base di un’adeguata conoscenza agronomica e di una precisa ponderazione e analisi sulle caratteristiche del terreno che si andrà a trattare, verrà prodotto un tipo di fertilizzante  che risponde a quelle specifiche esigenze.

“Oggi un Consorzio Agrario deve lavorare al fianco degli agricoltori per aiutarli a crescere e a fare qualità – dice Luigi Bisi Presidente Terrepadane – e per tradurre in fatti questa convinzione è fondamentale investire in innovazione. Il nuovo Centro di produzione concimi liquidi Terrepadane è per noi un altro passo avanti questa direzione”. il Consorzio Terrepadane è l’attore principale di questo progetto che tuttavia vede impegnato come partner del Consorzio anche l’israeliana Haifa chemichals, la quale avrà un ruolo fondamentale sia nella ricerca sia nel raggiungimento degli obiettivi produttivi che ci si è prefissati.

Il Presidente Luigi Bisi ed il Direttore Generale Dante Pattini firmano l’accordo di collaborazione tra Terrepadane e Haifa Chemicals insieme al CEO di Haifa Group Rami Shlomi ed al Direttore Sales & Marketing di Haifa Italia Mauro Schippa