SDI: TERREPADANE RACCONTA L’ESPERIENZA IN USA

Nei giorni scorsi una delegazione di tecnici Terrepadane, accompagnata dal partner Rivulis, si è recata in visita negli Stati Uniti per uno scambio di esperienze sull’SDI (sub-surface drip irrigation). Il viaggio li ha portati all’Università Statale del Kansas, dove il Dr. Freddie R. Lamm, Professore e Research Irrigation Engineer della K-State University studia e sperimenta le più avanzate tecniche di irrigazione esistenti. “Siamo andati a visitare una realtà come quella agricola americana che utilizza le tecniche dell’SDI da prima di noi – afferma Matteo Scaglioni, Responsabile Water Management e tecnico agronomico del Consorzio Terrepadane – negli Stati Uniti esistono impianti e sistemi che garantiscono un ciclo di vita in piena efficienza per periodi che superano spesso i 15 anni e sono allo studio modalità di applicazione di queste tecnologie ancora più efficienti. Con l’SDI la massima efficienza significa massima resa delle colture contro un utilizzo di risorsa irrigua portato a livelli irrisori rispetto alle tecniche di irrigazione tradizionale. Se un tale livello di efficienza è possibile su un ciclo vita dell’impianto usualmente ben superiore al decennio, per un’azienda che converte i propri impianti alle nuove tecniche, questo si traduce immediatamente in un impatto ambientale minimo; il tutto accompagnato da un considerevole risparmio economico, alla luce del fatto che le spese di conversione sono ammortizzabili in un arco di tempo molto inferiore alla durata dell’impianto stesso. Parlando di campi dalle rese ottimali”. Questo ovviamente è possibile solo quando ad un approccio agronomico adeguato si affianca una corretta manutenzione e l’uso di prodotti adeguati. Terrepadane per questo produce ad esempio fertIDEA, una linea di concimi liquidi specificamente studiata per la fertirrigazione e la subirrigazione ed inoltre ha formato un team dedicato che già nella prossima stagione, sarà in grado di offrire alle aziende, una consulenza agronomica specializzata, pacchetti di servizi con inclusi la progettazione, l’installazione e la manutenzione dei sistemi di Subirrigazione.  L’offerta Terrepadane sarà inoltre affiancata alla possibilità di accedere a finanziamenti ad hoc.
“La gestione dell’acqua è diventato ormai un fattore di primaria importanza per tutto il nostro settore – afferma Dante Pattini, Direttore Generale Terrepadane – con un clima che purtroppo di anno in anno ci regala condizioni sempre meno favorevoli, lunghissimi periodi di siccità durante i quali l’acqua è razionata ed in generale molto meno disponibile rispetto al passato, l’agricoltura dei nostri territori deve poter avere gli strumenti per continuare a produrre qualità. Il nostro Consorzio si sta muovendo in questo senso già da qualche tempo per poter offrire alle aziende agricole le soluzioni più avanzate insieme alla competenza di tecnici altamente qualificati”.